domenica 14 febbraio 2016

Il Torneo Caligiuri

Non si erano ancora spente le luci dell'Olimpico di Roma, dove un'Italia bella a metà aveva giocato la sua seconda partita del Sei Nazioni contro l'Inghilterra, quando sul campo del CUS a Tor di Quinto  iniziavano a giocare le squadre della Lazio Rugby, del Cus Roma, dei Ruderi Appia e dell'Old Rugby Viterbo, per dar vita ad un quadrangolare in memoria di Rocco Caligiuri, stella di un rugby di altri tempi, colui capace di segnare in una sola partita tre volte su “drop” nella terra dei campioni Sudafricani.

E siamo sicuri che Rocco, uomo di passione, estremo di potenza, avrebbe apprezzato lo spirito che animava le quattro compagini che si trovavano a gareggiare su un campo reso pesantissimo dalla pioggia incessante, dove i muscoli e le giunture dei veterani erano messe a dura prova dal fango che  ne rallentava la corsa e i movimenti.

Ma la passione per uno sport,  la cui quintessenza è il sacrificio e lo spirito di gruppo, era ancora una volta più forte della pioggia o del fango, dell'equilibro instabile o della fatica per quelli che compongono una compagine Old di rugby, un misto tra vecchie glorie e neofiti del rugby, accomunati in uno scambio costante tra esperienza e voglia di migliorare, anche se si è in avanti con gli anni per questo sport.

Ed è con estrema soddisfazione che noi, come Old Rugby Viterbo abbiamo dato il nostro apporto fatto di placcaggi, ripartenze e mete, onorarti per essere stati chiamati a disputare il torneo organizzato domenica 14 Febbraio dalla FIR per commemorare Rocco Caligiuri.

La convocazione, oltre che a renderci orgogliosi, da lustro alla nostra Società, che sta percorrendo una strada sportiva il cui scopo e' dimostrare che questo sport duro può essere giocato anche da uomini con un eta' superiore a 40 (in Italia infatti non e' permesso se non nel circuito Old giocare a livello professionistico superata tale eta').

La squadra era composta da :NATALINI - DIMITRI - MORICONE - PERUZZI - BENUSSI - BIAGGETTI - GRASSOTTI - TRETA - CEMICETTI - BOCCHINO - IACOVELLI - DELLE MONACHE MARCO - PETROLITO - LATILLA - PETROSELLI - RAGNONI - ALBANO - DELLE FAVE - RASCHI - SPAGNUOLO - TIROTTI - BISOGNO - Allenatore CRISTIANO NOTARANGELO

Come sempre, non parliamo di chi ha vinto: tutti hanno vinto, al di là del fango, della pioggia, della stanchezza e della voglia di tornare a casa, che domani c'è da lavorare.


Ha vinto questo sport stupendo, nato nel fango, plasmato da uomini rudi ma leali: così come era Rocco. Così come sono gli uomini che hanno voluto ricordarlo assieme in una piovosa domenica del Sei Nazioni.

Padre Brown