domenica 18 novembre 2012

GLI OLD RUGBY VITERBO FESTEGGIANO I 60 ANNI DELL'UNION RUGBY VITERBO


Una vecchia signora di 60 anni? No. Non si può, ormai, più dire che a 60 anni si è vecchi, dato che è divenuta un’età in cui si rivive una seconda giovinezza.

L’Union Rugby Viterbo compie 60 anni e domenica 18 novembre lo ricorderà con un’intera giornata presso al campo Sandro Quatrini. Inizieranno alla mattina alle 10 i bimbi del Green con un gioioso quadrangolare con CUS Roma, Civita Castellana e Flaminia, proseguiranno i ragazzi della U14 e della prima squadra con un’amichevole con i pari età del CUS Roma.

Il momento clou sarà la partita delle vecchie glorie, intorno alle 16, in cui gli Old Rugby Viterbo festeggeranno il compleanno con un simpatico match insieme agli Old del CUS Roma. La presenza della società romana non è casuale. Fu infatti proprio il CUS Roma la prima squadra con cui giocò la neonata società viterbese. La storia racconta che finì 11 a 9 per i ragazzi etruschi. Insieme e non contro, perché questo è lo spirito del rugby e questo sarà domenica nel ricordo di chi ha calcato il campo in questi lunghi sessant’anni. Molti sono i rugbisti che hanno passato la palla, da “il Presidente” Sauro Sorbini, recentemente ricordato con un Torneo Old, a Eraldo Gabrielli, all’indimenticato “Capitano” Domenico Gasperini.

Nel solco da loro tracciato molti sono i frutti che sono spuntati fino ad arrivare a giocatori come Simon Picone e Riccardo Bocchino mediani della nazionale italiana degli ultimi anni. Ma i frutti più belli li vedrete negli occhi dei bimbi del Green e nello spirito degli indomiti Old.

CORSI E RICORSI..(Old) RUGBY VITERBO - (Old) CUS ROMA COME SESSANT'ANNI FA


Una splendida giornata di rugby quella di domenica dove tutto il movimento viterbese dalla Under 6 agli Old Rugby Viterbo festeggiato i sessanta anni della società. Molte le presenze di giocatori che hanno dato lustro alla società, tra i quali i due mediani della nazionale italiana Simon Picone e Riccardo Bocchino che hanno partecipato alla partitella amichevole di “Touch Rugby” del pomeriggio. Corsi e ricorsi della storia direbbe Vico  direbbe se avesse potuto assistere al match clou del pomeriggio;.La partita tra le vecchie glorie del Rugby Viterbo e quelle del Cus Roma che  è finita esattamente come sessanta anni fa 4 a 0. Riportiamo il risultato solo per l’analogia con quello del 1952, visto che le partite tra squadre Old non sono competitive Una partita che ha visto anche scambi di maglie come è successo a Franco Scorsi, indimenticabile Pilone del Viterbo ma anche del Cus Roma, che ha voluto giocare un tempo per parte nelle due squadre.  Il tutto si è concluso con il sontuoso terzo tempo mirabilmente preparato dalle ragazze della Club House.

giovedì 15 novembre 2012

Gli Old rugby Viterbo portano a casa un 3-2 contro il Crab Club Toulouse


Era già successo due anni fa, quando nel 2011 gli Old rugby Viterbo si erano imposti sulla squadra francese del Metz, alla vigilia della partita tra le due nazionali in occasione del 6 Nazioni, in cui anche l’Italia vinse per 23 punti a 22 con calcio trasformato all’ultimo minuto da Mirco Bergamasco.
E’ successo ancora, sabato 2 febbraio infatti, alla vigilia di Italia Francia programmata per il 3 febbraio, gli Old rugby Viterbo hanno ricevuto la visita di un’altra delle più forti compagini Old francesi, i Crab del Tolouse http://www.crab.asso.fr/vincendo per 3 mete a 2, anticipando la vittoria che la nazionale ha realizzato proprio ieri nel 6 nazioni di quest’anno.
“L’adesione al circuito europeo Old – spiega il portavoce della squadra – ci permette di avere contatti con tutte le migliori compagini rugbystiche Old d’europa, e ci dà la possibilità di confrontarci ancora ad alti livelli”.
Va detto che in Francia negli Old possono aderire anche al di sotto dei 35 anni, e questo fa si che in ogni competizione in cui si contrappongono squadre Francesi, la battaglia sia sempre molto dura.
Questo non ha intimorito i vecchietti viterbesi che pur avendo ricevuto l’adesione negli ultimi giorni, hanno messo in piedi un mach di tutto rispetto in cui l’organizzazione è stata impeccabile.
Nei fatti, sabato 2 alle 11 l’arrivo dei Francesi a Viterbo, il giro della città, la degustazione delle specialit viterbesi, la visita al museo dei Facchini di S.Rosa, ha fatto da cornice all’evento pomeridiano, che ha avuto inizio alle 17.
Dopo l’ascolto cantato dei rituali inni nazionali, la battaglia.
I francesi siglano per primi dopo un primo tempo senza esclusioni di colpi, nessun vuole tirarsi indietro, il fango segna le facce e le divise delle due compagini, che danno luogo ad una battaglia epica sotto gli sguardi e il tifo dei molti supporters che incuranti del tempo inclemente hanno voluto essere presenti.
I viterbesi pareggiano poco dopo con una meta derivante da una azione corale in cui Cemicetti schiaccia in meta. Poco dopo Meta di Petrolito e il Viterbo si porta in vantaggio.
Pareggio del Crab che sigla utilizzando al meglio i tre quarti tra cui spiccano le veloci ali.
Ma è quasi alla fine della partita in cui il pareggio sembra essere il risultato deciso, che il mediamo del Viterbo Thomas Treta, all’altezza della 22 avversaria, alza una palla insidiosa per la terza linea Luca Delle Monache che con forza rompe le file avversarie e invola in meta, una meta d’altri tempi commenterà.
E’ vittoria, una vittoria in cui tutto il gruppo rugbystico viterbese ha creduto e che si è concretizzata aggiungendo un risultato positivo in più al palmares degli Old Viterbo, già pieno di risultati e imprese di tutto rispetto.


Gli Old Rugby Viterbo festeggiano il 60° della Union Rugby


Una vecchia signora di 60 anni? No. Non si può, ormai, più dire che a 60 anni si è vecchi, dato che è divenuta un’età in cui si rivive una seconda giovinezza.

L’Union Rugby Viterbo compie 60 anni e domenica 18 novembre lo ricorderà con un’intera giornata presso al campo Sandro Quatrini. Inizieranno alla mattina alle 10 i bimbi del Green con un gioioso quadrangolare con CUS Roma, Civita Castellana e Flaminia, proseguiranno i ragazzi della U14 e della prima squadra con un’amichevole con i pari età del CUS Roma.

Il momento clou sarà la partita delle vecchie glorie, intorno alle 16, in cui gli Old Rugby Viterbo festeggeranno il compleanno con un simpatico match insieme agli Old del CUS Roma. La presenza della società romana non è casuale. Fu infatti proprio il CUS Roma la prima squadra con cui giocò la neonata società viterbese. La storia racconta che finì 11 a 9 per i ragazzi etruschi. Insieme e non contro, perché questo è lo spirito del rugby e questo sarà domenica nel ricordo di chi ha calcato il campo in questi lunghi sessant’anni. Molti sono i rugbisti che hanno passato la palla, da “il Presidente” Sauro Sorbini, recentemente ricordato con un Torneo Old, a Eraldo Gabrielli, all’indimenticato “Capitano” Domenico Gasperini.

Nel solco da loro tracciato molti sono i frutti che sono spuntati fino ad arrivare a giocatori come Simon Picone e Riccardo Bocchino mediani della nazionale italiana degli ultimi anni. Ma i frutti più belli li vedrete negli occhi dei bimbi del Green e nello spirito degli indomiti Old.

Una splendida giornata di rugby quella di domenica dove tutto il movimento viterbese dalla Under6 agli Old Rugby Viterbo festeggiato i sessanta anni della società. Molte le presenze di giocatori che hanno dato lustro alla società, tra i quali i due mediani della nazionale italiana Simon Picone e Riccardo Bocchino che hanno partecipato alla partitella amichevole di “Touch Rugby” del pomeriggio. Corsi e ricorsi della storia direbbe Vico  direbbe se avesse potuto assistere al match clou del pomeriggio;.La partita tra le vecchie glorie del Rugby Viterbo e quelle del Cus Roma che  è finita esattamente come sessanta anni fa 4 a 0. Riportiamo il risultato solo per l’analogia con quello del 1952, visto che le partite tra squadre Old non sono competitive Una partita che ha visto anche scambi di maglie come è successo a Franco Scorsi, indimenticabile Pilone del Viterbo ma anche del Cus Roma, che ha voluto giocare un tempo per parte nelle due squadre.  Il tutto si è concluso con il sontuoso terzo tempo mirabilmente preparato dalle ragazze della Club House.